Pane speziato all’uvetta – richiamo del Nord Europa

Pane speziato all'uvetta e tnigonella

Pane speziato all’uvetta.

La ricetta di questo pane appartiene ad Aurora Zancanaro, del micropanificio “Le polveri”. L’ho conosciuta personalmente ed è una ragazza strepitosa che è riuscita a dar forma al suo sogno: fare il pane.  Andare nel suo micropanificio è un’esperienza a 360°, non è solo comprare pane. Se capiti a Milano, facci un salto..

Ma torniamo alla ricetta. Io l’ho un po’ modificata. Ho usato farina integrale 100%, il mio George, acqua, sale e uvetta. Come spezie ho scelto i semi di finocchio, i semi di carvi e la trigonella. Perché volevo un pane che contenesse anche i profumi della montagna. I semi di finocchio li conosci sicuramente, i semi di carvi e la trigonella magari no. I semi di carvi provengono dal cumino selvatico o cumino dei prati, una pianta nota fin dall’antichità per le sue proprietà digestive. Essi sono molto utilizzati nel Nord Europa e possono essere impiegati per esaltare il gusto di pietanze, all’interno di insalate, di formaggi, di pane. di dolci e biscotti oppure per preparare liquori. Sono molto ricchi di potassio, sodio, zinco, rame, ferro e magnesio oltre che di vitamina B, C, E. Inoltre contrastano l’accumulo di colesterolo.

Per conoscere meglio la trigonella invece bisogna spostarsi in Alto Adige. E’ Trigonella Caereulea, una specie simile al fieno greco, coltivata quasi esclusivamente in Svizzera e Alto Adige. Ha un profumo intenso e molto simile al sedano.  Viene utilizzata per preparare alcuni dei più tipici pani altoatesini come il Vinschgauer della Val Venosta o il Pusterer Breatin della Val Pusteria.

Semi di carvi e trigonella per me vogliono dire montagna, soprattutto associati al pane. In realtà per il vero pane altoatesino avrei dovuto utilizzare anche la farina di segale, ma sarà per la prossima volta!

La ricetta originale di Aurora la trovi a questo link: https://bit.ly/2WKHrW8

Pane speziato all'uvetta e trigonella, interno

Facebook
Pinterest
LinkedIn
Instagram